• La Cate

Brand (identity) 11: la color moodboard con Canva



[caratteri: 1391 | tempo di lettura: 1'02"]

Allora, per me si dice “lamoodboard. Femminile.

E agli inizi tutti la chiamavano così.

Poi una ventata di maschilismo le ha rifatto i connotati e adesso ci ritroviamo con “il” moodboard.

Ma io non mollo. Femmina era e femmina rimane.

Che cos’è sta moodboard?

È una tavola di immagini (digitali, per lo più, ma anche ritagli di giornali e riviste, foto, cartoline, bigliettini), oggetti (carte di caramelle, pezzi di stoffa, mollette, pietre, monete), palette di colori e spesso testi (singole parole, canzoni, citazioni), uniti tra loro per rappresentare uno stato d'animo (il mood, appunto), un'atmosfera, un sentimento.

Ma anche un’idea, un progetto, una storia.

Quando la moodboard incontra il personal branding, allora diventa strumento di promozione di sé e bisogna usarla bene perché potrebbe tornare davvero utile.

Oggi impariamo a produrne una con Canva, che alle moodboard dedica una pagina e svariati template.

📝 Esercizio: pensa a un colore che ti piace, vai su Pexels (https://www.pexels.com/) e cerca il colore (digitandolo, in inglese, nel motore di ricerca interno), quindi scegli e scarica da 4 a 6 immagini che ti colpiscono.

Crea su Canva la moodboard del tuo colore, usando un template pronto o, meglio, inserendo griglie e forme dal menù di sinistra.

La moodboard deve avere solo questi elementi:

🐰 una griglia di immagini (minimo 4, massimo 6)

🐰una o due palette di colori con il tuo come dominante (all’interno di cerchi, quadrati o rettangoli, come nella moodboard d’esempio)

Per Insegnare Branding ho scelto l'arancione, ho selezionato 4 immagini e ho predisposto due palette di colori.

L'esercizio è ottimo per cominciare!

#moodboard #creatività #visualthinking #microlearning