• La Cate

Tre cose: Filippa Lagerbäck



[caratteri: 1562 | tempo di lettura: 1'48"]

Era il 24 novembre del 2010.

Filippa Lagerbäck lanciava PanetFil, la sua avventura online, con un post in inglese che buttava lì una mission senza pretese: "it´s about time that I took my wonderful camera around town to show you my favourite places, styles, objects, people, shows, flowers".

Di sicuro lei sapeva bene che la Tv era una roba e il web un'altra: in Tv informi un'audience muta; nel web conversi, porti la gente in giro, ti togli la maschera e ti lasci conoscere al di là dello schermo.

Capirlo nel 2010 è stato lungimirante.

Solo che mica si è limitata a caricare due foto e ricevere i plausi dei fan. Il suo blog ha una struttura pensata e consistente, un'estetica precisa della comunicazione e una cura evidente dei contenuti.

Oggi la sua mission è più articolata e si riassume in quel "Vivi.Ridi.Ama.Credi." scritto così, senza spazi inutili, che è il suo mantra ufficiale. Solo che sono quattro cose e quindi non vanno bene per la mia rubrica.

Ma chissene, ne troviamo altre tre.

Per esempio tre curiosità:

👛 le piace (e lo rivendica) lo sciura style delle signore bon ton

🌳 fa una roba che sia chiama silvoterapia e che se la facessi io sarei esposta al ludibrio pubblico ma fatta da lei diventa subito credibile: abbraccia gli alberi

✅ le piacciono gli elenchi (qui siamo all'ovazione) e ogni tanto ne sciorina qualcuno sul blog, tipo questo.

Tre cose da imparare dal suo blog:

📌 che la scrittura breve fa bene alla salute, se è mirata e diretta

📌 che i titoli vanno scelti con cura perché invitano a entrare nei testi

📌 che l'armonia delle parti determina la riuscita del tutto: la brand identity di Filippa si costruisce sulla coerenza dei contenuti, la fotografia è sorprendente e le scelte cromatiche rigorose.

Quando una celebrity approda online non sempre sa sfruttare le potenzialità del digitale.

Nel caso della Lagerbäck, invece, il web diventa proprio il dietro-le-quinte che il suo pubblico spera di trovare.

#personalbranding #brandidentity #influencer #mission #socialmedia