• La Cate

Tre cose: Luca La Mesa



[caratteri: 2125 | tempo di lettura: 2']

Luca La Mesa (sì, quello bello e biondo) ha un curriculum lungo come un'autostrada, insegna in tutti i posti in cui uno vorrebbe insegnare e il suo nome salta fuori non appena si nominano il Social Media Marketing e l'innovazione.

Non mi metto a enumerare i suoi successi perché sono troppi ma esiste Linkedin e pare che funzioni piuttosto bene.

Il punto è che qui devono saltare fuori tre cose e visto che ormai mi faccio ufficialmente gli affari degli altri mi tocca darmi da fare.

Quindi vado di memoria, di appunti e di Google.

Al Mashable Social Media Day Luca è ospite fisso da tre anni, con i suoi completi impeccabili, il sorriso intelligente e la capacità di catalizzare l'attenzione.

Nella scorsa edizione ho preso appunti.

La prima cosa, quindi, la so perché me la sono scritta.

Un giorno di gennaio del 2017 Luca legge il post di un amico che sta comprando una ventina di coperte Ikea (per gli addicted del catalogo: POLARVIDE, 3,99€) "per aiutare chi è meno fortunato nella giornata più fredda dell'anno". Luca cambia i suoi programmi, va all'Ikea con la fidanzata e compra Polarvide come piovesse. Fin qui un bel gesto per soccorrere i senzatetto di Roma. Una volta uscito, però, si chiede se usare o meno il suo potere mediatico per coinvolgere altre persone. E decide che si, lo deve fare.

Mette in piedi una campagna social con lo slogan "done is better than perfect", apre un form per la raccolta fondi e la sua iniziativa diventa virale, a colpi di entusiasmo e storytelling.

Risultato: i punti vendita Ikea vengono saccheggiati in tutta Italia, spuntano fuori Dybala e Iturbe che distribuiscono coperte e la stessa Ikea ne regala a migliaia.

Un successo, insomma.

Odio la pubblicità quando è solo fuffa mischiata con niente; ma la amo quando chi la usa sa fare cose belle.

La seconda cosa la so perché me l'ha detta un'amica: in un mondo in cui si sgomita per il successo, Luca La Mesa non conosce il gossip. Non ti dà una soddisfazione neanche a morire. Niente.

La terza cosa l'ho letta googleando: Luca ha "la regola del due". Due ore al giorno per studiare il futuro e anticiparlo e due esperienze all'anno di scoperta e arricchimento che non siano legate al lavoro.

Per crescere e migliorare.

Sempre.

Al Mashable Social Media Day Italy Luca La Mesa sarà sul palco! Basta un click...

#influencer #mashablesocialmediaday #socialmedia #comunicazione #prosumer #storytelling