• La Cate

Tre cose: Filippo Giotto



[caratteri: 1431 | tempo di lettura: 1'35"]

Tre cose che riguardano quest'uomo:

📌 è un bancario, però con i baffi (e non è solo una metafora)

📌 ha nostalgia per l'analogico ma vive di digitale

📌 di sé fa sapere che ama sporcarsi le mani, in cucina e con i motori

Ha una professione di quelle lunghe che hanno a che fare con il digitale (Head of Social Media & Online Advertising), un logo barberizzato, una voce sexy e un look che sa tutto meno che di banca.

Sa 'spiegare semplice' e quindi ogni tanto dà lezioni facili su cose difficili e ti lascia la piacevole consapevolezza di aver capito. Della digital strategy, per esempio, dice che è la bussola con cui un brand si muove nel mondo digitale. E per la Social Media Strategy tira fuori l'esempio della torta: i social non sono una fetta della comunicazione del brand, ma lo strato che sta sopra. Se si finisce sui social bisogna sapere da dove si viene, che cosa si sta facendo e dove si sta andando. Occorre convincere, generare fiducia, diventare modelli.

E da dove si parte? Non serve più dire che siamo bravi, quello è davvero scontato. Bisogna dire perché lo siamo diventati, quali valori abbiamo costruito, quale strada abbiamo percorso. E bisogna produrre contenuti che valga la pena condividere.

Insomma, lui ci piace.

Tre cose da sbirciare per conoscerlo:

🔸 Il suo blog, dove Giotto diventa un G8 con i baffi

🔸 Una delle sue masterclass per Ninja Academy (tipo questa, chiara e diretta: "Come costruire un brand attraverso i social media")

🔸 Il progetto #StorieDalGiro, che fa di Mediolanum un editore di contenuti e trasforma lo sponsor in storyteller di un'epopea tutta italiana

Al Mashable Social Media Day Italy Filippo Giotto sarà sul palco! E sta a portata di click!

#mashablesocialmediaday #digitalstrategy #personalbranding