• La Cate

Tre cose: Matteo Flora



[caratteri: 2102 | tempo di lettura: 2'14"]

Ecco, con Matteo Flora la faccenda si complica.

Perché ho duemila caratteri, due minuti e un gigatera di robe-da-scrivere.

Sarò randomica, inconcludente e approssimativa, quindi, ma c'è in giro di peggio.

Flora è MassimoConoscitoreDiReputazioneOnline | FounderDiSocietàCheNeSannoUnCasino | Professore&Formatore | PeritoForense | ConsulenteInformaticoOvunque | Hacker&Lifehacker | Fotografo | Blogger | Youtuber | Buddhista | Vegano.

Credo che a questo punto lui aggiungerebbe un supercazzola e consegnerebbe alla Storia il suo curriculum vitæ.

Digressione: un mio caro amico, che lavora nella cyber security, sa che nelle nostre conversazioni deve preservarmi dal suo vocabolario di criptoparole nerdiane. Quando leggo o guardo Matteo Flora, beh, lui diventa subito l'amico che mi protegge dalla cybercazzola e mi coccola con il suo eloquio totale.

Così anche quando incappo in un video che i miei recettori cognitivi identificano come nemico, resto lì ad ascoltare.

E alla fine capisco.

Io ti capisco, Matteo.

Capisco le logiche perverse del datismo, se me le disveli tu.

Ti seguo tra i rovi del perfezionismo nerd, lascio che sia tu a guidarmi nei meandri del dark e del deep web, e mi diverto quando mi restituisci la certezza che TOR resta il porto sicuro nel quale non approderò mai.

Come te ho amato Harari; ho adorato la complessità caotica di Marquez; ho trovato nelle "Memorie di Adriano" le riflessioni assolute della solitudine.

Mi piaci quando analizzi le armi vischiose della propaganda e stigmatizzi la normalizzazione. E apprezzo che non indaghi l'odio ma l'uso che se ne fa in giro, perché sono cresciuta a pane e Cipolla, quello delle "Leggi fondamentali della stupidità umana", che mi viene in mente spesso, quando ti ascolto.

Non solo: i tuoi video sulla Motta (dalla critica allo spot antivegan all'analisi dello spot in cui il meteorite manca clamorosamente la bambina) sono parte integrante del mio corso di branding.

Ma qui c'è spazio solo per Tre Cose.

E la mia scelta è tanto cialtrona quanto insindacabile.

Ecco le Tre Cose solenni di Matteo Flora:

👔 Nel guardaroba ha capi d'abbigliamento replicanti e si veste sempre uguale, 365 giorni all'anno.

⛔ È un Grammar Nazi patologico e, temo, vendicativo.

📷 Ha ideato Lombrosity e io, che ho amato Razza Umana di Oliviero Toscani, mi ci sono persa: archivio fotografico, istallazione virtuale, carrellata emotiva, avventura itinerante. Insomma, roba forte.

Non mi resta che chiudere come farebbe lui: "Estote parati".

Al Mashable Social Media Day Italy Matteo Flora sarà sul palco! Basta un click...

#mashablesocialmediaday #personalbranding #Youtube #web